LA SFIDA MULTIMEDIALE IN VIAGGIO

Travel Game si differenzia dal solito viaggio d'istruzione perché, alla tradizionale gita scolastica, abbina una sfida multimediale tra tutti gli istituti, che gareggeranno per decretare la classe e la scuola più preparata.

SOCIALIZZAZIONE E SANA COMPETIZIONE

Al Travel game partecipano contemporaneamente più scuole di tutt’Italia in un unico evento: tantissimi studenti tutti insieme che socializzano e svolgono attività didattiche in un clima di sana competizione e forte spirito di squadra.

LA CULTURA CHE PARLA AI GIOVANI

Il programma di viaggio esclusivo di Travel Game comprende attività didattiche, visite guidate presso le città di destinazione, nei musei, alle mostre e nei palazzi di particolare interesse storico e culturale.

UN VIAGGIO SICURO, ANCHE PER I DOCENTI

Travel Game è un viaggio eccezionale anche per i docenti che dovendo gestire i propri studenti, potranno sempre contare sul supporto dello staff di educatori e degli altri docenti presenti.

Travel Game, il viaggio-evento per le scuole superiori!

  • TRAVEL GAME: VIAGGIANDO CI SI DIVERTE E SI IMPARA

    1037 (2)Si chiama Travel Game la nuova frontiera dei viaggi d’istruzione. Tecnologie multimediali al servizio dell’apprendimento scolastico e culturale, un viaggio in nave con classi provenienti da tutta Italia, una forte solidarietà tra studenti e docenti e tanto sano divertimento: questa la ricetta vincente di “Travel Game”,  un avvincente progetto didattico organizzato in esclusiva nazionale da Planet Multimedia e Grimaldi Lines Tour Operator che sfrutta ogni momento del classico viaggio culturale scolastico,  per lo sviluppo non solo della conoscenza, ma anche di nuovi modi di vivere il lavoro di gruppo e il rapporto docenti-alunni.
    Il nome “Travel Game”, dunque, non deve trarre in inganno. C’è il viaggio, c’è il gioco – perché i viaggi culturali delle scuole sono anche un momento ludico – ma soprattutto c’è l’arricchimento culturale e la motivazione ad essere adeguatamente preparati.

    Primo cambiamento, il modo di viaggiare. Il vecchio pullman lascia il posto ad una moderna nave, che offre un ambiente accogliente ed flessibile per le classi, libere  di poter svolgere attività didattiche e ricreative durante la navigazione verso mete ad alto valore culturale come Barcellona o Atene, assistite da uno staff specializzato che garantisce la massima sicurezza, consentendo ai genitori e ai dirigenti di dormire sonni tranquilli.

    Seconda innovazione: non più singole classi di uno stesso Istituto ma decine di classi di vari istituti provenienti da tutta Italia: 1200 studenti, insieme per 6 giorni, che socializzano, condividono esperienze  e si sfidano in gare di cultura scolastica secondo il modello utilizzato dall’ormai noto Concorso Didattico Nazionale High School Game. Le scuole, rimanendo in tema di sfida, nel corso del viaggio mettono in campo in un talent show anche le proprie doti artistiche cimentandosi anche in prove di canto, ballo e recitazione.

    Altra novità: una formula low cost che si avvale dell’attività di tour operating di Grimaldi Lines, Compagnia di Navigazione che mette a disposizione le proprie navi per offrire alle scuole servizi e comfort di alta qualità, ma a prezzi assolutamente accessibili sia alle famiglie, che alle scuole.

    In compagnia della referente nazionale del progetto Rita Macrì cercheremo di capire meglio che aria si respira partecipando ad un Travel Game.

    Cosa prova nell’accompagnare i gruppi scolastici in viaggio?
    “Vivo ogni volta profonde emozioni nel condividere 6 giorni con gli studenti, che si sfidano in quiz di cultura generale e scolastica preparati dai loro docenti in base al programma di studi.  Gli stessi, accompagnati dai docenti delegati dai loro istituti, utilizzano le ore di navigazione verso le due mete (Barcellona, con partenza da Civitavecchia e Atene, con partenza da Ancona) per rispondere a domande con opzioni multiple davanti ad un maxischermo e muniti di telecomando. Durante il viaggio di ritorno, le sfide riguardano invece argomenti culturali, storici, artistici, letterari e geografici, appresi e direttamente sperimentati durante la permanenza nelle città di destinazione.
    Inoltre, gli studenti possono mettere alla prova le proprie competenze anche in settori come l’arte, la danza, la recitazione, il canto.
    La formula, già sperimentata con successo da due anni, consente ai ragazzi di impegnarsi con spirito di squadra nella preparazione alle gare e di sviluppare una sana competizione”.

    Insieme a lei viaggia anche uno staff di animazione a supporto dei docenti?
    “Si sempre, sia in nave che in hotel siamo a disposizione delle scuole. La nostra presenza rassicura gli accompagnatori che hanno una grande responsabilità”.

    Parliamo di ruolo: cosa cambia in quello del docente?
    “Nel corso del Travel Game si determina una vera e propria rivoluzione anche riguardo il ruolo dei docenti che accompagnano le classi. Infatti si trasformano nei ‘supporter’ dei propri studenti nelle gare aumentando, quindi, il grado di solidarietà e di “complicità” con la propria classe”.IMG_9003

    “I docenti delle classi che hanno partecipato al viaggio-studio in nave l’anno scorso – afferma Emanuele Gambino, amministratore delegato di Planet Multimedia – hanno notato nei loro studenti un netto miglioramento della preparazione scolastica, un aumento dell’interesse verso la conoscenza e lo studio. A questo si aggiunge un forte spirito di gruppo che coinvolge studenti e docenti. Gli studenti vivono la competizione che si svolge a bordo delle navi – ha aggiunto Gambino – con straordinario entusiasmo e voglia di impegnarsi per essere ben preparati”.

    La validità del progetto Travel Game è confermata dal successo che ha ottenuto presso molti istituti che lo hanno inserito nel Piano triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

     “Abbiamo conosciuto il progetto culturale Travel game presso la fiera dell’orientamento di
    Roma nello stand della Presidenza del Consiglio dei Ministri – ha dichiarato una delle professoresse che ha accompagnato la sua classe – e siamo rimasti affascinati dalla valenza culturale di una proposta di viaggio di istruzione che rompe gli schemi tradizionali. Riteniamo che l’elemento vincente di questo format sia il giusto connubio tra cultura e divertimento: grazie alla formula del game abbiamo verificato che anche lo studio si è trasformato per i ragazzi in un’occasione di divertimento”. “Lo staff è stato sempre attento a rispondere alle esigenze dei nostri ragazzi in una fase delicata della loro età”, ha aggiunto un altro professore. “Noi docenti abbiamo particolarmente apprezzato l’attenzione rivolta a proteggere gli studenti dal consumo di alcolici e la proposta di divertimento sano da condividere con gli altri”.

    Ma cosa ne pensano gli studenti?
    Il fatidico viaggio del quinto anno è stata una meravigliosa esperienza, sei giorni in cui abbiamo conosciuto nuovi amici…. Abbiamo provato un mix di emozioni. Questo viaggio sarà uno dei momenti indimenticabili che porteremo sempre nel nostro cuore”.

    Per l’edizione primaverile 2016 del Travel Game sono stati effettuati 7 viaggi in nave 6 a Barcellona e 1 ad Atene tutte della durata di cinque giorni, per un totale di oltre seimila studenti coinvolti.

Migliaia di studenti provenienti dalle scuole di tutt'Italia partecipano ogni anno al Travel Game.
Ecco l'esperienza di chi li ha accompagnati:

Abbiamo vissuto un’esperienza emozionante: è stato interessante toccare con mano e vivere con i nostri alunni i molteplici aspetti motivazionali dell’iniziativa primo fra tutti l’elemento di socializzazione per i ragazzi e la sana competizione.

Con questo progetto si unisce l'utile al dilettevole. La sfida multimediale a cui hanno partecipato i ragazzi del nostro istituto ha permesso di monitorare le loro competenze su varie materie scolastiche ma anche di favorire lo spirito di squadra ed il confronto tra allievi di diversi indirizzi.

Noi docenti ci siamo confrontati con realtà scolastiche diverse, un interessante scambio di opinioni che si è realizzato solo grazie a questo format che prevede la partecipazione di più scuole all’iniziativa e diverse attività specifiche in viaggio. Un grazie anche allo staff che dà sicurezza sotto ogni punto di vista.

Il viaggio-evento Travel Game in Spagna ci ha fatto conoscere questa splendida terra in tutte le sue sfaccettature: storia, monumenti, paesaggi e cultura. Allo stesso tempo ha offerto la possibilità ai ragazzi provenienti da tutta l’Italia di essere stimolati sull'apprendimento didattico, interiorizzando quello che hanno visitato e conosciuto.